Come dovresti procedere per realizzare una Tesi Triennale – Magistrale o un Dottorato, di successo?

Rate this post

La Tesi di Laurea è la parte culminate del tuo percorso di studi Univeristari, fino a questo momento hai superato una serie di esami durante questi anni di preparazione, ti sei specializzato in quelle materie che ti consentiranno di realizzarti professionalmente. Ora è arrivato il momento di mettere a prova, in maniera più o meno autonoma, le abilità e le competenze che hai potuto acquisire ed interiorizzare nei lunghi anni accademici. Ben sapevi dal principio che sarebbe arrivato questo momento fatidico ed irrevocabile, a questo punto sorgono delle domande spontanee: – Ti senti prepato ad affronarlo con i tuoi mezzi? – Sarai in grado di seguire scrupolosamente le regole Apa e di rispettare tutti i requisiti richiesti? – Sei in grado di decidere da solo l’argomento della tua Tesi, per analizzarlo e poi sviluppare la ricerca fino alla conclusione? Ovviamente la risposta più sensata sarebbe che dicessi: Si! Ma probabilmente in questo momento l’insicurezza può offuscare il tuo intelletto e potresti dubitare di te stesso e di ciò che hai appreso con lo studio.
Non angosciarti poiché questo succede quasi a tutti ed alla fine riescono a trovare la soluzione. Quando ci si trova nella situazione di dover preparare una Tesi Triennale – Magistrale o di Dottorato, è molto comune sentirsi incerti e pieni di ansia per il fatto che bisogna dedicare molte ore e professionalità a questo lavoro per poter raggiungere il risultato e l’approvazione dell’Università e di conseguenza ottenere il titolo accademico desiderato con ansia. Per completare questo ultimo passo obbligatorio che ti consete di chiudere il ciclo di studi non ti verrà richiesto nulla di più che mettere in gioco le tue capacità in base alle conoscenze acquisite nel tempo.
La chiave di volta si trova giustamente “in quello che hai imparato” e nella “conoscenza appresa nel corso degli anni”. Se sei riuscito ad arrivare fino a questo punto, certamente sai più di quanto pensi di sapere, quindi avresti solamente bisogno di mettere in ordine le tue idee e di mettere in pratica le capacità che hai acquisito durante gli anni univeritari.
Scrivere un lavoro universitario finale sia tesi di Laurea che tesi di Master o una ricerca di Dottorato, richiede molto impegno e sviluppare un processo in cui la sistemizzazione è vitale per portarlo a buon fine.
Per cui, che cosa dovresti ricordare? In primo luogo che la realizzazione deve essere supportata da una struttura logica ed in questo caso tutto ha inizio con la scelta del tema sul quale dovrai lavorare. Una via per individuare il Tema è di pensare a quale, tra tutti quelli studiati ti abbia appassionato di piu’ e per il quale saresti disposto ad impegnarti a svilupparlo per otterene il risultato desiderato.

Come scegliere il tema della tua Tesi Triennale, Magistrale e di Dottorato, e dove attingere?

Nel corso degli studi, probabilmente hai avuto una tendenza più o meno consapevole a preferire alcune materie che hanno attirato la tua attenzione più di altre, quindi ecco un buon punto di partenza. Inizia a rivedere questi argomenti e scoprirai quale di essi è più rilevante per te, quale ti appassiona di più o, ancora, su quale hai più informazioni. Quando ottieni questa prima risposta, hai già compiuto un passo molto importante.
La scelta dell’argomento della Tesi Triennale – Magistrale o di Dottorato è fondamentale perché quando ti identificherai con esso, potrai dedicargli le tue energie e il tuo tempo senza esitare.
Dedicherai ore e sforzi, perché l’argomento scelto è davvero una parte di te e non c’è niente che ti preoccupi di più che individuare le incognite e trovare le risposte su quell’ argomento che ti tiene col fiato sospeso. Quindi, inizia a raccogliere quante più informazioni possibili sul tema che hai scelto e pensa a questo: “Per sapere, è necessario sapere”.
Se desideri approfondire questo aspetto hai bisogno di sfruttare in maggior proporzione tutte le informazioni possibili. Considera il tuo argomento come una conversazione in “off” con gli autori, e questo incontro dovrebbe essere costituito da tutte le domande che servono a chiarire il quadro generale. Arriverà il momento in cui avrai una domanda senza risposta, ed è questo il punto in cui finalmente otterrai un oggetto di ricerca. Ovvero, la radice e la base della tua Tesi Triennale -Magistrale o di Dottorato !

Fissato il Tema della tua Tesi Triennale – Magistrale o di Dottorato, è necessario organizzare le basi del tuo lavoro universitario

Il lavoro di ricerca che ti porterà alla Laurea deve essere organizzato fin dall’inizio nel modo più completo e sicuro possibile. È necessario soddisfare alcune norme fondamentali, come ad esempio le linee guida APA, che renderanno il lavoro molto più semplice.
Tieni presente i seguenti aspetti:

  • Il Tutor assegnato: Sicuramente in questa prima fase non sarai in grado di svolgere il tuo lavoro di ricerca senza la guida di qualcuno. Per questo motivo, avrei bisogno di un consulente durante lo sviluppo della tua ricerca e, successivamente, la stesura dell’elaborato finale. Ma e’ essenziale che questa persona abbia determinate “qualità” imprescindibili.

Le qualita’ che dovrebbe possedere il Tutor

Selezionare la persona che potrebbe dirigere la tua ricerca è una aspetto molto importante e significtivo. Un Tutor è responsabile di aiutarti a mantenere attiva la tua ricerca, sarà una guida per orientarti nel tuo lavoro per evitare che ti perdi o sbagli direzione, il Tutor è semplicemente un “consulente”.
Il tuo rapporto con lui/lei deve essere empatico in modo che la comunicazione sia fluida senza altri contrattempi rispetto a quelli tipici della ricerca.
Un secondo elemento però non di minor importanza, è che il Tutor possieda una specializzazione nel campo della tua materia e quindi conosca il lavoro che devi affrontare. Se ha esperienza nell’ambito della tua Tesi sarà a conosscenza di tutto ció che è necessario sapere e potrà aiutarti a tracciare il percorso che conosce bene. La sua orientazione ti sarà utile per trovare la stada migliore per portare a termine la tua ricerca con il minor numero di ostacoli.

Fatti uno schema provvisiorio del lavoro universitario da sviluppare

Con l’aiuto del tuo consulente, dovrai elaborare uno schema di base per l’organizzazione e la distribuzione della tua indagine di informazioni. Questo schema iniziale ti aiuterà a focalizzare la ricerca. Tieni presente che è molto facile perdersi nella fitta rete di informazioni esistenti su un determinato argomento. La dissertazione finale, la tesi di laurea o la ricerca di dottorato sono il risultato di una ricerca e di un’elaborazione di informazioni dedicate. Di conseguenza, questo schema iniziale sarà la tua “bussola di navigazione” durante il lavoro di consultazione delle fonti.
Questo non significa che non potrai correggere o addirittura cambiare il suo corso, ma sarà solamemente la base della raccolta di tutte le informazioni necessarie e che incontrerai durante la ricerca.

Comincia a cercare le informazioni e scriverle

In questa prima fase ti trovi ad affrontare la parte più ardua di tutta la ricerca: la revisione delle fonti e la raccolta delle informazioni (nella seconda fase affronterai l’analisi delle informazioni reperite).
Dovrai recarti in biblioteca o in una emeroteca o addirittura sulla strada se dovrai fare delle interviste, e creare questionari e cominciare ad inserire dati che saranno la base della tua riflessione. Armati di tutta la pazienza del mondo!
Nella misura in cui vai aumentando le informazioni dovrai mantenere alto anche il tuo livello di concentrazione in modo da mantenere l’attenzione su quegli aspetti importanti della tua ricerca. Nella letteratura troverai molte informazioni che potranno interessarti pero non tutte sono utili per il lavoro specifico. Quindi devi fare attenzione a ció che hai bisogno per mantenere il filo dell’argomento e sopratutto essere cauto con tutte quelle parti che non ti piacciono e che non ti aiuteranno ad avanzare con la tua ricerca.
Le informazioni raccolte dovranno servirti da una parte per rispondere ai dubbi, incognite o problema centrale e dall’altra parte servirà come elemento di contrasto per confermare e smentire la tua ipotesi sul lavoro. Come risultato del lavoro di analisi dei dati, dovrai arrivare come conseguenza naturale, alle conclusioni derivanti dalla tua indagine.

Avendo ultimato la ricerca hai ottenuto i risultati, e ora ti compete la redazione della Tesi di Laurea o di Master o di Dottorato.

Per poter fare la presentazione dei tuoi dati di ricerca davanti alla commissione d’esame dovrai compiere il penultimo dei passi necessari: la redazione del testo definitivo.
Redarre le conclusioni non è meno difficile che aver portato a termine l’intero progetto. Scrivere rappresenta uno sforzo maggiore rispetto alla ricerca, senza dubbio richiede ugualmente uno schema preciso d’impostazione.

Cosa dovrebbe contenere il testo finale della tua Tesi Triennale – Magistrale o di Dottorato?

L’impostazione di base deve contenere questi 3 punti inevitabili :

  1. L’introduzione. In questa parte dovresti esporre in modo conciso tanto il processo che hai impiegato per la ricerca come le idee più importanti.
  2. Lo sviluppo e distribuzione delle idee fondamentali.
    In questa sessione devi evidenziare i componenti chiave della tua ricerca esponendo i concetti in forma ordinata e coerente. In essa presenterai in maniera descrittiva ognuna di quelle idee unite ai suoi corrispondenti elementi dimostrativi o le prove che hai raccolto.
  3. Le conclusioni.

Questa è la parte finale rappresenta la conclusione della tua ricerca. In essa devi retificare le conclusioni alle quali sei arrivato e presentiarle in forma precissa e sintetica.
Per certo, dovrai inserire dettagli aggiuntivi come: l’Indice generale, L’indice dei grafici se presenti nella tua Tesi e la lista delle fonti che hai consultato, ordinate come bibliografiche, emerografiche, elettroniche o documentali.
Realizzare un lavoro accademico di fine corso universitaro o di fine master o una ricerca di Dottorato, è un impegno arduo che si trasforma in ore di studio e di ricerca, con sacrificio e dedizione.
Se pensi di non fare in tempo, o se ti sei bloccato su una parte complicata, o se non sai dove mettere le informazioni, noi possiamo aiutarti ad completare qualsiasi parte della tua Tesi Triennale – Magistrale o di Dottorato.
Disponiamo di “Dottori” specializzati in tutti i campi accademici ed qualsiasi momento avrai a disposizione dei veri professionisti sui quali poter contare.
Contattaci se desideri ottenere maggiori informazioni e risolveremo tutti i tuoi dubbi, aiutandoti in tutto quello che ti sia necessario.

RICHIESTA DI PREVENTIVO

**IMPORTANTE Inviare linee guida e regole per la stesura dell'elaborato**

  • GG slash MM slash AAAA
  • Inserisci un numero inferiore o uguale a 99999.
  • Hidden
  • Tipi di file accettati: jpg, gif, png, pdf, zip, word, doc, docx, txt, Dimensione max del file: 30 MB.
    **Se si tratta di più file, inviarli tutti in un unico file .zip o .rar
  • Hidden
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

RICHIESTA DI PREVENTIVO

**IMPORTANTE Inviare linee guida e regole per la stesura dell'elaborato**

  • GG slash MM slash AAAA
  • Inserisci un numero inferiore o uguale a 99999.
  • Hidden
  • Tipi di file accettati: jpg, gif, png, pdf, zip, word, doc, docx, txt, Dimensione max del file: 30 MB.
    **Se si tratta di più file, inviarli tutti in un unico file .zip o .rar
  • Hidden
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Lascia un commento

× Come possiamo aiutarti?