Come realizzare una presentazione in Power Point per la tua tesi di laurea

Rate this post

In ultima battuta, dopo aver terminato la tua ricerca ed aver scritto e rifinito la tesi, dovrai passare alla parte finale del processo: la presentazione della tua tesi. Per questa fase puoi utilizzare uno strumento molto utile: il Power Point. Questa risorsa, per il significato e la caratteristica interattiva, ti consente di costruire una presentazione con una sequenza chiara ed ordinata della tua Tesi.
Questo programma ti permette di organizzare e presentare tutta la tua ricerca sotto forma di schema, in perfetta sintonia con la struttura e le linee generali del tuo lavoro scritto. Puoi evidenziare ogni aspetto fondamentale, così come il risultato che hai raggiunto, in una sequenza coerente e logica, utilizzando slide o grafici. Con Power Point puoi ottenere il riassunto, la continuità e la sequenza di cui hai bisogno per la tua presentazione.
Se gestisci correttamente le funzioni offerte da questo programma per le presentazioni, sarai in grado di esporre l’intera tua presentazione (compresi dettagli grafici, citazioni e riferimenti bibliografici) avendo a disposizione circa 20 minuti. Tieni presente che è necessario sottolineare gli aspetti più rilevanti dell’intero lavoro di ricerca.

Consigli principali per creare il Power Point della tua tesi

Prima di iniziare a creare il Power Point, devi dedicare qualche minuto a pensare sia alla sua struttura che agli altri aspetti che compongono un lavoro con queste caratteristiche. Pertanto, menzioneremo i migliori suggerimenti in modo che tu possa metterli in pratica:

  1. Non includere informazioni non pertinenti all’argomento e superflue. Tieni presente che è un’esposizione in cui deve essere riassunta tutta la documentazione centrale del tuo lavoro. È importante che tu abbia definito bene il filo conduttore e gli argomenti più rilevanti della tua tesi, che dovranno apparire nel Power Point. Inoltre, va bene che su ogni diapositiva appaia lo stesso titolo che esporrai durante la presentazione.
  2. Cura ogni dettaglio dell’intero Power Point. Non lasciare nulla al caso, cioè, il contenuto delle diapositive, deve avere un senso logico, necessario per la tua presentazione. Evita le immagini che non ti aiutano nel momento della presentazione, così come qualsiasi tipo di elemento che potrebbe indurre in errore lo spettatore. Lo stesso vale per lo stile del design: scegli un modello che non attiri troppo l’attenzione e non abbia sfondi con colori vivaci. Cerca di evitare tutto ciò che potrebbe distrarre i partecipanti.
  3. Usa il numero di diapositive di cui hai bisogno, ma non abusarne. Questo può stancare lo spettatore ed essere un limite per raggiungere il tuo scopo. Non usare salti o movimenti improvvisi perché questo può sovraccaricare chi assiste alla tua presentazione. Inoltre, può risultare fastidioso e rendere la lettura molto difficile ed a volte persino stressante.
  4. Limitati ad un singolo concetto o un’informazione per diapositiva. Rendi chiaro ciò che vuoi trasmettere e che possa essere ben compreso. È preferibile che tu aggiunga più diapositive, piuttosto che ammassare troppe informazioni in una sola.

Elementi chiave per realizzare il Power Point della tua presentazione di tesi

In sintesi, per impostare una buona presentazione con Power Point, si potrebbero elencare le seguenti indicazioni chiave:

È necessario avere le idee molto chiare

Diamo una risposta semplice alla domanda: perché devo organizzare le mie idee nel miglior modo possibile?
Una presentazione con Power Point ed un testo scritto sono due formati con dinamiche totalmente differenti.
Nel caso della presentazione, il tempo, il fattore visivo e l’esposizione verbale sono fondamentali e devi poter esprimere tutte le tue idee nel modo più chiaro e nel minor tempo possibile, sapendo che disponi solo di circa 20 minuti al massimo.
È essenziale che tu definisca i concetti, che descrivono meglio la conoscenza che stai per trasmettere e devi cercare di collegarli in una sequenza naturale, logica, coerente e fluida.
Un modo semplice per ordinare la presentazione è quello di organizzare le idee in tre elementi fondamentali: l’introduzione (scopi ed aspirazioni centrali), lo sviluppo (la strada percorsa) e le conclusioni (risultati raggiunti).

Imposta le diapositive della tua tesi con stile ed impatto

Poiché la presentazione con Power Point è una presentazione in cui gli aspetti visivi sono centrali, devi assicurarti che le immagini da proiettare abbiano un impatto visivo sul tuo pubblico. Cerca di mantenere in equilibrio sia le immagini stesse che la presentazione. Non dubitare che anche la semplicità può avere un impatto.
Devi trasmettere una sola idea in ogni diapositiva che presenti. Se per te è inevitabile, puoi dettagliare e distribuire i concetti in tre o quattro diapositive opportunamente collegate in senso logico. È necessario curare l’impaginazione di ogni diapositiva: i suoi colori, le sue immagini, la sua grafica e soprattutto i suoi testi, la tipografia e la dimensione dei caratteri, in quanto “facilità e rapidità” di lettura sono fondamentali.

Fare molta attenzione a come sviluppare l’esposizione

In una presentazione Power Point devi sempre tenere presente che le immagini sono un supporto per il tuo discorso. Non hanno un carattere centrale, ma sono solo un sostegno visivo della tua esposizione orale. Pertanto, dovresti cercare di stabilire un contatto immediato con il tuo pubblico parlando direttamente a loro.
Non è consigliabile leggere il contenuto delle diapositive, questo viene fatto dal tuo pubblico, è proprio a questo che servono le diapositive, quindi concentrati nell’attirare la loro attenzione spiegando altri dettagli.
La sicurezza e la fluidità nella tua esposizione sono gli elementi centrali, e quelli a cui devi prestare più attenzione. È necessario tenere un atteggiamento disinvolto e sicuro sia parlando che manipolando le diapositive per sostenere il discorso. Il numero di diapositive che usi dovrebbe essere proporzionale al numero di idee che vuoi presentare e soggetto al tempo che hai a disposizione.
C’è una sorta di regola non ufficiale: si dovrebbe limitare il numero di diapositive a non più di 10 slides, da proiettare in un tempo non superiore a 20 minuti, e la dimensione del carattere del testo non dovrebbe superare i 30 punti. Queste sarebbero le proporzioni ideali per una buona presentazione di tipo audiovisivo.

Quali elementi deve avere il Power Point della tua tesi?

Come ti sarà successo quando hai realizzato la tua tesi di laurea, ogni progetto ha i suoi elementi che lo caratterizzano. Così come il tuo ateneo Universitario ti ha fornito le linee guida o altre indicazioni da rispettare per fare un buon lavoro ed ottenere l’approvazione della tesi. Anche per creare un Power Point, avrai dei requisiti da rispettare, quindi dai un’occhiata ai punti che la presentazione deve avere:

  1. La pagina di copertina. Qui è dove devi mettere il titolo del tuo lavoro, il tuo nome, il nome del tuo tutor e il logo della tua università.
  2. L’indice. Come all’interno della tua tesi, anche qui dovrai avere una diapositiva che mostri tutto ciò di cui parlerai durante quei minuti di esposizione.
  3. Motivo della tua tesi. I tutor valutano positivamente il fatto che tu spieghi brevemente perché hai scelto questo argomento, e che dimostri il tuo interesse personale per questo lavoro.
  4. Gli obiettivi che ti sei posto quando hai iniziato la tesi. È una buona idea spiegarli e dire cosa hai ottenuto, così come quanto ti è costato raggiungerli.
  5. Approfondisci la questione della metodologia e spiega la metodologia che hai scelto per realizzare la tua analisi.
  6. Nello sviluppo puoi usare qualsiasi elemento che ritieni necessario affinché la tua presentazione sia ben compresa. Tutto quello che hai da dire va in questa parte del Power Point. Le strategie, le affermazioni o gli aspetti negativi a cui sei arrivato, ecc.
  7. Tutti i risultati che hai raggiunto nel momento in cui hai finito la tua tesi, mettili su questa diapositiva.
  8. Le conclusioni sono la parte più importante della tua ricerca. Devi renderle assolutamente chiare e concise. È qui che capiranno su cosa hai lavorato e come lo hai fatto. L’obiettivo è quello di mostrare la soluzione a quell’incognita che è stata presente durante tutta la dissertazione.
  9. Dopo aver esposto il tuo lavoro in Power Point, è il momento di terminare la presentazione. Puoi includere un’ulteriore diapositiva per salutare e ringraziare i partecipanti per il loro tempo.

Sappiamo tutti che questo tipo di lavoro è molto costoso e richiede tempo. Pertanto, se non hai quelle ore libere per scrivere la tua tesi di laurea Triennale, Magistrale, Specialistica o Master e/o la sua corrispondente presentazione in Power Point, noi di ACCADEMIA TESI, possiamo preparare qualsiasi tipo di tesi su richiesta. Non esitare a contattarci e Ti daremo tutta l’assistenza necessaria, offrendoTi servizi specializzati e rispettando sempre le scadenze di consegna!

RICHIESTA DI PREVENTIVO

**IMPORTANTE Inviare linee guida e regole per la stesura dell'elaborato**

  • GG slash MM slash AAAA
  • Inserisci un numero inferiore o uguale a 99999.
  • Hidden
  • Tipi di file accettati: jpg, gif, png, pdf, zip, word, doc, docx, txt, Dimensione max del file: 30 MB.
    **Se si tratta di più file, inviarli tutti in un unico file .zip o .rar
  • Hidden
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Lascia un commento

× Come possiamo aiutarti?